Distillatori per Solventi Serie Industriale

Caratteristiche
Gli apparati delle serie Industriale sono degli impianti di distillazione/essiccazione - con bollitore basculante o fisso - con operatività a pressione atmosferica e sotto-vuoto, specificatamente adatti al recupero e riciclaggio di solventi inquinati ed essiccazione dei contaminanti solidi.
Vengono prodotti in serie con capacità utile di carico di 150, 250, 400 litri.

Principio di funzionamento
L'ebollizione del solvente inquinato avviene in un bollitore - in acciaio inox AISI 304 - solidale con un intercapedine contenente olio diatermico riscaldato da più resistenze elettriche.
La circolazione dell'olio diatermico è naturale per moti convettivi o forzata a mezzo pompa.
La pompa di circolazione dell'olio diatermico è di serie per tutti gli impianti con carico automatico, per gli impianti con capacità utile superiore a 150 litri, e quando si intenda operare a temperature superiori a 180°C.
Una pompa per vuoto ad anello liquido - alimentata in circuito chiuso con sistema di abbattimento vapori, che evita fenomeni di inquinamento atmosferico dovuti a emissioni della pompa - crea depressione all'interno dell'apparato consentendo di abbattere la temperatura di ebollizione dei solventi in trattamento.
La depressione generata dalla pompa per vuoto viene sfruttata - in modo manuale o automatico - per il carico del solvente da distillare.

Un rotore a pale raschianti con lame registrabili, posto all'interno del bollitore ed azionato da un motoriduttore, movimenta continuamente il prodotto in trattamento permettendo la completa estrazione del solvente ed evitando l'adesione del contaminante alle pareti e sul fondo del bollitore.
Gli impianti eseguono automaticamente due distinti cicli operativi:
• fase di distillazione a pressione atmosferica o sotto vuoto,
• fase di essiccazione del contaminante effettuata in condizioni di vuoto determina la completa separazione fra il solvente residuo ed i contaminanti evitandone la decomposizione.
I vapori di solvente della fase di distillazione vengono convogliati ad un condensatore, raffreddato ad aria mediante motoventilatore, o ad acqua, ed il condensato viene raccolto in un serbatoio di raccolta del solvente di distillazione.
I residui solidi di processo si presentano generalmente sotto forma granulare o polverose e vengono scaricati con ribaltamento del bollitore.

Cicli operativi
Il ciclo operativo, in funzione del tipo di impianto, può essere condotto in modo:
• discontinuo; con carico del solvente a mezzo depressione pompa vuoto e scarico manuale dei residui solidi di processo. La durata del ciclo è mediamente di 3,3o - 5,oo ore.
• continuo; il carico del solvente e lo scarico dei residui solidi di processo avviene automaticamente. Gli impianti possono operare ininterrottamente per 24 ore.

Sicurezze
• coperchio bel bollitore quale valvola di sicurezza alle sovrappressioni,
• riscaldamento pilotato termostaticamente con doppio controllo,
• circuiti di condensazione con controllo di eventuali aumenti di temperatura o mancanza o insufficente raffreddamento,
• impianti con ciclo continuo dotati di circuito di autodiagnosi con segnalazioni visive ed acustiche di malfunzionamenti.

La distillazione sotto vuoto è indicata per il trattamento di:
• solventi - infiammabili e non infiammabili - con temperature di ebollizione superiori a 180 °C,
• solventi infiammabili con temperatura di autoignizione prossima alla temperatura di ebollizione,
• solventi e/o contaminanti termolabili per evitarne la decomposizione.

Rendimenti
Recupero di solvente pressoché totale, con residui di processo che presentano - ad analisi chimica - concentrazioni limite inferiori a quelle ammesse per la classificazione come rifiuto tossico e nocivo.

 


   Ritorna a Distillatori per Solventi


Formeco Srl - via Cellini 33 - 35027 Noventa Padovana (PD) Italia
Tel. +39 0498084811 - Fax +39 0498084888